Advertisement

Ancora una volta è AP a dare una notizia in anteprima mondiale, che sia di prodotto o di progetti che porteranno a prodotti all’avanguardia: parte la collaborazione CarbonioGFT e Nano-Tech.

CarbonioGFT è entrata nel 2008 nel mercato delle pale in fibra di carbonio, senza produrre però scarpette e quindi pinne complete, con una idea al tempo geniale, utilizzare il carbonio Pre-Preg (preimpregnato) per la realizzazione dei suoi prodotti. In sintesi, il carbonio preimpregnato PrePreg altro non è che la fibra di carbonio impregnata industrialmente con quantitativi costanti e predefinti di resina, in modo da ottenere degli fogli impregnati con caratterisitche uniformi e distribuzione della resina senza imperfezioni (bolle d’aria o quantitativi insufficienti o eccessivi di resina). Visti i suoi indiscussi vantaggi, il Pre-Preg oggi viene utilizzato per la realizzazione delle pale in carbonio da praticamente tutte le aziende impegnate nel design, nella produzione e nella vendita di pale in fibra di carbonio. Il PrePreg inoltre, come per tutti i prodotti CarbonioGFT, sul mercato viene utilizzato spesso anche sulle pale in vetroresina

706 1

carbonio gft vtr composite blades

Oggi che il PrePreg è così diffuso, CarbonioGFT ha voluto fare un ulteriore salto in avanti e anticipare la concorrenza, ed ha concluso un accordo di collaborazione con la Nano-Tech, azienda italiana di Ascoli Piceno, specializzata nella ricerca e sviluppo di nano tecnologie per applicazione sui polimeri e, appunto, materiali compositi come il carbonio. Grazie alle nano tecnologie, i materiali compositi potranno essere più efficienti, resistenti, e potranno ridurre le vibrazioni e la delaminazione delle fibre. 

resina nano force

La collaborazione consisterà nell’inserimento delle nano tecnologie sui materiali compositi utilizzati per le pale delle pinne, dove Nano-Tech porterà la sua esperienza sulle nano tecnologie, e CarbonioGFT le trasferirà alla produzione delle pinne, da sempre realizzata in casa, e sulla quale l’azienda pugliese ha oramai quasi 20 anni di esperienza

Nano Force Nano Tech3

Questa collaborazione mira quindi a realizzare una nuova generazione di pale in composito, che grazie alle nano tecnologie potranno risultare più leggere, flessibili, reattive e confortevoli, rendendo la pinneggiata più efficiente e sfruttando quindi al meglio la forza generata dall’atleta durante la pinneggiata. 

test

In generale, le nanotecnologie applicate ai polimeri ed ai materiali compositi, il cuore del knowhow di Nano-Tech, permettono di ottenere di più con meno. Bastano infatti quantitativi di nanoparticelle molto limitati per ottenere effetti tangibili nel composito finale. Per rendere questo possibile è molto importante il grado di dispersione ed interazione delle nanoparticelle all’interno del polimero e del composito, e Nano-Tech possiede il know-how e le tecnologie proprietarie necessarie a raggiungerlo. Questo approccio, unito al know-how sulle formulazioni, permette di ottenere un materiale nanocomposito con caratteristiche molto differenti da quelle dei materiali di partenza, senza penalizzare altre caratteristiche meccaniche, come normalmente avviene con le tecnologie tradizionali. Il nanocopomposito risultante può quindi acquisire notevole conducibilità elettrica e/o termica, capacità di smorzamento delle vibrazioni, tenacità, durata a fatica e leggerezza. Tale technologia è applicata anche nel mondo ultra competitivo delle vettura da corsa.

rocker

Riguardo la tenacità ad esempio, rispetto alle normali matrici tenacizzate utilizzate nei compositi che vedono un generale degrado delle caratteristiche meccaniche proporzionale al grado di tenacizzazione dato, le nanotecnologie a base di nanocarbon permettono di ottenere un materiale composito tenace e allo stesso tempo resistente.

Advertisement