Advertisement

Quante volte ci è capitato di trovare un foro o un taglio nella muta, magari quando la abbiamo già indossata, oppure bagnata per infilarla prima di una stupenda giornata di pesca? Tragedia!

Come salvarci da un taglio nella muta che, sappiamo, ridurrebbe tantissimo la capacità di isolamento termico della muta stessa, e comprometterebbe la giornata di pesca? Sulle mute liscio spaccate poi, un taglio si può rapidamente allargare. Il problema esiste soprattutto se la muta è bagnata, magari anche con acqua saponata, per cui non si può incollare con il neoprene liquido. La soluzione miracolosa esiste in effetti, semplice e rapida, ed è il cianoacrilato, famoso come Super Attack, colla studiata e utilizzata dall’esercito americano nella guerra del Vietnam per chiudere istantaneamente le ferite senza necessità di ricucirle. 

Il cianoacrilato permette di incollare perfettamente il neoprene anche bagnato. Basta mettere una quantità minima del prodotto sul taglio, coprendo tutte e due le superfici, e tenere premuto a fondo con le dita per alcuni istanti le parti da unire. Il gioco è fatto, l’incollaggio è perfetto! Allora, semplicemente, portate sempre nella vostra sacca un tubetto di colla tipo Super Attack, ma quelle meno famose, anche cinesi, costano 10 volte meno e generalmente funzionano alla perfezione. Se vi troverete in difficoltà per via di un taglio nella muta, questa colla sarà la vostra salvezza. Ovviamente cercate sempre di ripulire la parte da incollare, magari bagnandola con acqua dolce e senza sapone e poi asciugandola alla meglio con un asciugamano.

AP ha fatto la prova, e il risultato è stato eccezionale, con il taglio incollato perfettamente. Evidentemente tagli di grosse dimensioni possono dare qualche problema, perché il cianoacrilato quando secca, diversamente dal neoprene liquido, indurisce un po’ e quindi rende il neoprene più rigido. Valutate allora bene su che tagli, e di quali dimensioni, utilizzare questo efficace stratagemma “salvagiornata” di pesca.  

Nella prova di AP abbiamo voluto rendere l’incollaggio particolarmente difficile. Anzitutto abbiamo usato un pezzo di neoprene con un taglio importante, e, soprattutto, bagnato e insaponato. Senza nemmeno sciacquarlo, si è solo proceduto ad asciugare un poco il taglio con un asciugamano. 

 

Abbiamo poi utilizzato della colla UHU tipo Super Attack, da 2 euro. Ne abbiamo utilizzata fin troppa, ne basterebbe anche meno. Inizialmente l’incollaggio non avviene perchè la colla ha bisogno di far evaporare il diluente che è all’interno e che ha la funzione di non farla seccare quando nel tubetto. Dopo pochi istanti però la colla inizia a fare presa. Per un migliore risultato le due parti di neoprene devono essere premute insieme con forza.

Finito l’incollaggio, tirando i due lembi la tenuta risulta ottima. Una vera soluzione salva giornata!

 

Advertisement