Advertisement

Alessia Zecchini punterà al Record del Mondo al Campionato Italiano a Ustica con le Salvimar Fibra 151° ZEK

Alessia Zecchini, detentrice di numerosi Record del Mondo di apnea, sia Outdoor che Indoor, ha ufficializzato ad AP la sua intenzione di tentare, oltre al Record del Mondo di apnea in Assetto Costante con monopinna (CWT), anche quello in Costante con due pinne (CWT BP), al prossimo Campionato italiano di Apnea Outdoor che si terrà a settembre a Ustica. Le pinne? Le nuovissime Salvimar Fibra 151° ZEK, realizzate appositamente per la super campionessa mondiale. 

 

 

Abbiamo chiesto a Massimo Quattrone, Product Manager Salvimar, un commento su come sono nate queste nuove pinne e a chi sono indirizzate.

“Le nuove Fibra 151° ZEK, in vetroresina Pre-Preg, sono realizzate in stampi in alluminio poi messi in autoclave ad altissima pressione e a temperatura controllata. La particolarità di queste nuove pinne è che sono state dimensionate appositamente per un apneista donna, in particolare Alessia, alta 1,72 metri per 50 kg. In precedenza le donne utilizzavano anche in apnea le Boomblast in fibra di carbonio, ottime, ma non specifiche per atleti molto piccoli e leggeri, in particolare le donne. Un Campione come Andrea Vitturini, che a Lignano Sabbiadoro ha conquistato il nuovo record del mondo DYN BF, con le Boomblast si trova benissimo, ma parliamo di un uomo dal fisico comunque robusto. Oggi sempre più donne hanno deciso che il mondo dell’apnea le affascina, sia in piscina che in mare, ed era giusto assecondare le loro esigenze. Tutte le atlete donna ora potranno avere la loro pinna per l’apnea, performante e adatta alla loro corporatura”, commenta Quattrone.

“Alessia ha provato per caso un prodotto a stampo in polipropilene che abbiamo in gamma, le Training Long, che rispetto a tutte le altre pinne in commercio realizzate a stampo, cioè termogomma e termoplastica, hanno un angolo maggiore sotto la pianta del piede, in particolare 151°, che poi sarebbe equivalente a 29° (180° – 29° = 151° ndr)”, continua Quattrone. “Alessia ci si è trovata molto bene, ed infatti con esse ha realizzato il Record del Mondo in piscina, sia in vasca lunga che in vasca corta, e ci ha chiesto se era possibile avere un prodotto con le stesse caratteristiche in composito, o fibra di vetro o di carbonio. In Salvimar abbiamo valutato che questa fosse una richiesta assolutamente giusta. Abbiamo così realizzato le nuove pale dimensionate per larghezza, lunghezza e peso per la corporatura di Alessia e le abbiamo montate sulle scarpette Salvimar Delta One K-Reinforced, che per Alessia sono misura 38-40 con soletta interna. Quando Alessia le ha provate ha commentato “finalmente un paio di pinne per me”, e già questo è stato un ottimo risultato. Inizialmente le voleva usare in piscina, ma poi ha detto che le avrebbe provate anche in qualche tuffo in mare.”

Dopo questa breve chiacchierata, AP ha voluto avere conferma delle impressioni sulle nuove pinne direttamente dalla pluricampionessa Romana e la ha raggiunta al telefono ad Ischia, dove si sta allenando, chiedendole un commento sulle nuove Fibra 151° ZEK. 

 

 

“Con queste pinne mi trovo veramente molto bene. Le pale in vetroresina hanno una ottima spinta e contemporaneamente sono molto facili. Adoro utilizzarle e sono entusiasta soprattutto delle prestazioni nello stacco dal fondo (e che fondo! ndr) e delle prestazioni in risalita. Per questo motivo le utilizzerò (udite udite!) anche al Campionato Italiano ad Ustica a settembre, e cercherò, come già comunicato per quanto riguarda l’Apnea in assetto Costante con monopinna, di realizzare il Record del Mondo anche nell’assetto Costante con due pinne.” 

Advertisement