Advertisement

Con i Mondiali di apnea Indoor che si svolgeranno quest’anno in italia, a Lignano Sabbiadoro, non si può non presentare la muta per eccellenza di questi mondiali, la Salvimar Zero.

Già indossata da gran parte degli atleti candidati a far parte della squadra nazionale italiana e atleti ufficiali Salvimar, come Alessia Zecchini, Andrea Vitturini, Martina Mongiardino e Vincenzo Ferri, ma anche dalla campionessa croata Katarina Zubcic, la Salvimar Zero è la muta realizzata in modo specifico per l’apnea indoor, ma anche per tutti gli sport acquatici in acque calde (sopra i 25°C), dove è richiesta elevata libertà nei movimenti. 

 

Caratteristiche tecniche

La muta è realizzata esteriormente con materiale di poliuretano da 0,5 mm, detto “Dolphin Speed“, per le elevate caratteristiche di scorrevolezza in acqua, ma anche di resistenza all’abrasione e allo strappo. Internamente è presente una fodera in lycra superelastica “Skin Friend”, molto comoda a contatto con la pelle. Il taglio anatomico, disponibile sia maschile che femminile, rende la muta realmente una seconda pelle grazie ad una elasticità e ad un comfort elevatissimi. La galleggiabilità neutra della Zero, dovuta principalmente al fatto che non è stata realizzata in neoprene, ma in poliuretano, non determina la necessità di aumentare la zavorra, per cui l’apneista può portarsi pesi minimi durante la prova. La mobilità è massima grazie alla fodera ultraelastica e il taglio preformato. 

 

Soluzioni innovative

Vista frontale e posteriore della Zero rivoltata per vedere il sistema di incollaggio senza cuciture HT Weld System. 

 

Lo spessore bassissimo del poliuretano utilizzato richiede un rinforzo nei punti di unione dei diversi fogli di materiale. La soluzione Salvimar è l'”HT Weld System“, che rafforza le giunzioni e mantiene il massimo della tenuta stagna dei punti di unione e quindi ottimizza l’isolamento termico.

 

 

In pratica il sistema si basa sull’utilizzo di un nastro in lycra, denominato “Seamless“, perchè tramite incollaggio permette la perfetta aderenza e tenuta dei vari componenti senza la necessità di utilizzare cuciture, che tra l’altro sulla Zero dovrebbero necessariamente essere passanti per via del ridottissimo spessore della muta, e quindi determinerebbero una riduzione della tenuta termica, oltre evidentemente a ridurre il comfort. 

Fondamentale su questo tipo di mute è la cerniera, in questo caso super professionale e di elevata qualità, realizzata dalla YKK, azienda leader di settore, nella versione PK. Questo tipo di cerniera ha cursore in plastica ultra resistente alla trazione e agli agenti atmosferici, e garantisce grande scorrevolezza in apertura e chiusura. La zona di attacco della cerniera è accuratamente rinforzata e incollata, anche con tondini di ulteriore sicurezza.

 

 

La chiusura del collo è stata realizzata con doppio strato di poliuretano in modo che il collarino della zavorra sia aderente allo strato esterno, mentre la pelle del collo aderisca con quello interno. I due strati saranno quindi liberi di scivolare l’uno sull’altro senza carteggiare la pelle stessa. 

 

Metti Mi Piace sulla pagina Facebook di Apneapassion per essere aggiornato in tempo reale sulle novità di prodotto per l’apnea e la pesca in apnea. 

 

 

Advertisement