Advertisement

Dal 26 al 29 gennaio a Palma di Maiorca si svolgerà la tradizionale competizione di pesca in apnea “Semana Master“, organizzata dalla Federazione delle Baleari. 

Questo evento fu realizzato per la prima volta ben 16 anni fa a Palma, con partecipazione da subito internazionale, con le gare Master e Open, ma 8 anni fa la Federazione introdusse anche la Coppa delle Nazioni.

La “Semana Master” negli anni è cresciuta ed è divenuta una competizione estremamente importante, non solo per la Spagna, ma anche per l’Europa e il Nord Africa. Praticamente ogni nazione che partecipa al Campionato Euro-Africano, ha almeno una volta partecipato alla gara di Palma di Maiorca a gennaio. Questa competizione è una ottima opportunità di confrontarsi con i pescatori in apnea più forti d’Europa e incontrare una delle leggende della pesca in apnea, il 3 volte Campione del Mondo Spagnolo (1973, 1981, 1985) Jose Amengual nel suo negozio. Inoltre, quando Pedro Carbonell ha interrotto le competizioni, la “Semana Master” è l’unica opportunità di incontrarlo e gareggiare contro di lui. 

Lo scorso anno la “Semana Master” è stata la gara degli esordienti. La squadra della CMAS, che è costituita da campioni di tre diversi paesi, Giacomo De Mola dall’Italia, Kostas Makris dalla Grecia e Oscar Lopez Martin dalla Spagna, al loro debutto nella Coppa delle Nazioni hanno quasi vinto contro altre 4 squadre coinvolte. La squadra della CMAS è arrivata seconda con 22720 punti, superata solo dalla Spagna padrone di casa, con 24735. Negli anni precedenti la differenza di punteggio non è mai stata così ridotta fra le diverse nazioni, con la Spagna sempre vincitrice con grandissimo margine. Gli spagnoli, con Sergio Castillo, David Montero e Jaime Heras hanno catturato 22 pesci, di cui 8 saraghi, 7 tordi marroni, 3 tordi verdi, uno scorfano, una salpa, un muggine e una murena. La squadra CMAS ha catturato 2 cernie, un gronco di ben 5,560 Kg, 5 musdee, 3 corvine e uno scorfano. Giacomo De Mola ha ricevuto un premio speciale per la più grossa cernia catturata nella Coppa del Mondo. 

(La squadra spagnola con il capitano Pedro Carbonell, David Montero, Sergio Castillo e Jaime Herras, vincitori della Coppa delle Nazioni 2016) 

(Team CMAS secondi nella Coppa delle Nazioni 2016: Giacomo De Mola, Kostas Makris e Oscar Lopez Martin)

(Giacomo De Mola con una bella cattura)

Il XVI° Open International e il V° Memorial Sebastian Carbonell svolti nel 2016 hanno raccolto ben 44 squadre, tra le quali Italia, Spagna, Grecia, Portogallo, Alegria, San Marino e Francia. La squadra Catalufos, composta da Oscar Cervantes, Raul Astorga e Antonio Trias, hanno vinto con, tra l’altro, una fantastica cernia di ben 13,320 Kg. La squadra ha anche catturato due cernie brune, una musdea, una sarago e tre scorfani, realizzando 33370 punti e la cattura più grande. 

(Vincitori dell’Open International Memorial Sebastian Carbonell 2016, il Team Calafus con Antonio Trias, Oscar Cervantes e Raul Astorga)

Anche in questa competizione il Team Pathos, con De Mola, Makris e Lopez Martin sono arrivati secondi. Il carniere sarà composto da un gronco, una cernia bruna di oltre 7 Kg, 5 muggini, una salpa, 2 saraghi e 3 tordi, per totali 23730 punti.

(Team Pathos secondo nell’Open International Memorial Sebastian Carbonell 2016: Kostas Makris , Oscar Lopez Martin e Giacomo De Mola)

Il team Blausub, con Sergio Castillo, Miguel Galera e Daniel Galera, sono finiti terzi con 17055 punti e un carniere composto da una cernia bruna di 6,690 Kg, una murena, una musdea, una ombrina, un sarago, due tordi marroni e due verdi. 

(Sergio Castillo del team Blausub con una cernia è arrivato terzo Nell’Open Memorial Sergio Carbonell 2016)

(Raul Astorga – Team Catalufos – con una cernia bianca)

Il XV° Master ha raccolto 8 campioni, tre Greci con Peroulis, Ringas e Sideris, quattro Spagnoli, con Cervantes, Lopez Cid, De Julian e Heras, e un Portoghese, con Rui Torres. Veni, Vidi, Vici è la frase latina che forse meglio racconta cosa ha fatto l’esordiente Greco Tasis Peroulis a Palma lo scorso anno. Concentrato nel chiudere più specie possibili, il greco ne ha chiuse ben 4 in 5 ore di pesca. Al rientro il carniere era completo di 3 ombrine, cinque saraghi, 5 muggini e quattro tordi marroni, il tutto per un bonus di 10000 punti. A ciò si Peroulis ha aggiunto una leccia di 3,125 K. Il punteggio finale è stato di 34960 punti, validi per la vittoria. 

(Tasis Peroulis con il carniere del primo posto al Master 2016)

Oscar Cervantes ha invece lavorato sul suo punto di forza, pescare fondo. Ma anche con due grandi prede non è riuscito a raggiungere Peroulis. Cervantes ha infatti catturato una leccia di 6,900 Kg e una cernia bruna di 2,625 Kg, tre scorfani, di cui due di 1,490 e 1,670 Kg, un gronco, una murena, tre tordi marroni e due saraghi, per totali 28860 punti. Gli altri sei concorrenti sono rimasti molto indietro. 

(Oscar Cervantes secondo al Master 2016)

Quest’anno la competizione è organizzata in onore di Pedro Carbonell Amengual, tre volte Campione del Mondo e quattro volte campione Euro-Africano. La cerimonia di apertura, la presentazione delle squadre e la pesatura dopo ogni competizione si svolgeranno al Real Club Nautico di Palma di Maiorca. “Semana Master” è composta da tre diverse competizioni. Il primo giorno, 27 gennaio, è riservato per la 2° CMAS World Cup per nazioni, ma la novità di quest’anno è la partecipazione non solo delle selezioni per diversi paesi, ma anche squadre dei produttori di attrezzatura. Le nazioni confermate sono quindi Spagna, Grecia, San Marino e Algeria, mentre per i produttori ci sarà Beuchat con due squadre, Cressi, Pathos anch’essa con due squadre, Omer, Zero X e Lowrance.

Dalla Spagna gareggerà l’ex Campione del Mondo e ex Campione Euro-Africano Xavi Blanco, vincitore del Campionato del Mondo in Perù nel 2014, Samuel Tomas Ramon, Campione Euro-Africano a Cadiz nel 2015, e Santiago Lopez Cid, terzo al Campionato del Mondo in Perù.

La Grecia parteciperà con Tasis Peroulis, che ha vinto il Master lo scorso anno, Lambros Dertilis e Elias Sakavitsis. Domenico Macaluso e Riccardo Sciarotta concorreranno per San Marino. Da altri paesi ci sarà anche Giacomo De Mola, quinto all’ultimo Campionato del Mondo in Grecia (Syros), l’ex Campione del Mondo e Euro-Africano, il croato Daniel Gospic, e molti altri campioni da Spagna ed Europa in generale. Quindi la competizione sarà avvincente, non solo il primo giorno, ma anche il secondo e il terzo. 

La seconda gara sarà il XVII ° Open città di Palma – VI° Memorial Sebastia Carbonell, il 28 gennaio, dove tutti possono competere, e secondo gli organizzatori ci saranno più di 40 squadre. 

L’ultima gara è il XVI° Master, il 29 gennaio, dove si partecipa ad invito rivolto ai Campioni del Mondo, vincitori del Master e i primi dieci classificati nell’ultimo Campionato del Mondo.

Nell’elenco dei vincitori del Master troviamo Alberto March (5 volte), Daniel Gospic (3 volte), Santiago Lopez Cid (2 volte), Pedro Carbonell, Oscar Cervantes, Javier Amores, Rui Torres and Tasis Peroulis (1 volta). 

 

Il regolamento dice che le specie dei pesci sono suddivise in 4 raggruppamenti. Il peso minimo per il gruppo 1 è di 300 grammi e per chiudere la specie ne devi catturare 5. Di questo gruppo fanno parte per esempio il muggine, il sarago, la corvina, la salpa ecc. 

Il gruppo 2 raggruppa specie come dentici, spigole, orate e tordi, con peso minimo di 500 grammi, e per chiudere la specie devi catturarne 3. In questo gruppo c’è anche la cernia, ma chiaramento con peso minimo superiore, e pari a 2 Kg. 

Il gronco e la murena sono nel gruppo 3 con peso minimo pari a 3 Kg e la chiusura della specie si fa con 3 esemplari.

Il gruppo 4 ha peso minimo di 500 grammi e chiude la specie con 3 esemplari. In questo gruppo si trovano la gallinella di mare e il pesce pappagallo. Ogni chiusura di specie da punti crescenti, così la prima ne da 1000, la seconda 3000, la terza 6000 ecc. Si incorre in penalità se il peso della preda è sotto il 70% del peso minimo. 

Segui le competizioni sulla pagina Facebook di Apneapassion. 

 

Testo e foto di Valentina Prokic

Advertisement