Advertisement

1° Campionato europeo di pesca in apnea in acque interne CMAS

Tenutosi in Finlandia, a Retretti, sul lago Puruvesi, il 1° Campionato europeo di pesca in apnea in acque interne CMAS, si è disputato sabato e domenica 13 e 14 agosto 2022. Una grande sfida della CMAS e della Federazione finlandese delle attività subacquee. 24 uomini e 13 donne hanno partecipato a questa prima edizione. Tanto per cominciare, si tratta di un risultato particolarmente importante. Non erano presenti solo i Paesi nordici, come naturalmente Finlandia, Norvegia, Danimarca e Gran Bretagna, ma anche Paesi più “caldi”. In questi, la pesca in apnea nei laghi non è consentita, come per Spagna e Grecia. Era presente anche la Turchia, fortissima in questo 1° Campionato Europeo CMAS di pesca in apnea in acque interne CMAS.

Una menzione speciale al Team Ucraina, che è riuscito a essere presente nonostante la guerra con la Russia e il limite per gli uomini dai 18 ai 60 anni di età di lasciare il Paese. Ultimo, ma non ultimo, il Team USA, che pur non facendo parte dei Paesi europei, ha fortemente voluto essere presente, per la sua grande tradizione e la crescente diffusione della pesca subacquea in acqua dolce. Inoltre, gli Stati Uniti ospiteranno nel maggio 2022 il 1° Campionato mondiale di pesca in apnea in acqua dolce sul Lake Powell. Si trova a sole 3 ore di macchina da Las Vegas. Per il Team USA e per Mike Livingston, Presidente degli USA Associazione Nazionale di Pesca d’Acqua Dolce, è stata quindi una grande opportunitàuna grande opportunità di incontrare le squadre europee e di invitarle a quella che saranno sicuramente una gara e uno spettacolo straordinari.

Lago Puruvesi

La straordinaria bellezza della località di Lago Puruvesi, posizionata a 360 km a nord-est di Helsinki, sommata all’ottima scelta del periodo, agosto, è stata un’ottima soluzione da parte della Federazione finlandese.

Il Puruvesi è un lago della Finlandia orientale. Il lago si trova nei comuni di Kerimäki, Kesälahti e Punkaharju. Fa parte del sistema dei laghi Saimaa e confina a sud con il sistema di laghi secondari di Pihlajavesi. Come nel caso degli altri laghi di Saimaa, presenta numerose isole e consiste in numerose aree lacustri aperte. Le più grandi sono Hummonselkä, Pajuselkä, Sammalselkä, Mustanselkä e Ruosteselkä.

Il lago è noto per la purezza delle sue acque e ha una visibilità unica per un lago finlandese. La visibilità si estende facilmente fino a 6-10 metri (20-33 piedi).

Specie ittiche

Nei due giorni di gara le specie catturate sono state principalmente persici, idi, abramidi, lucci e qualche bottatrice. Quest’ultimo solo il secondo giorno. Le catture più spettacolari sono state quelle dei lucci, il più grande di quasi 10 kg catturato dall’atleta e capitano ucraino Oleksandr Halaktionov .

Condizioni e tecniche di pesca in apnea

I campi di gara delle due giornate sono stati particolarmente ampi, anche più delle situazioni tradizionali delle competizioni in mare. La temperatura dell’acqua era di circa 21°C e la profondità andava da estremamente bassa fino a 20-25 metri al massimo. Tuttavia, alla fine le migliori condizioni pesca in apnea sono state trovate non oltre i 12-15 metri di profondità. Infatti, le condizioni erano troppo buie oltre questo limite.

Le tecniche principali sono l’aspetto e l’agguato. L’aspetto è fatto principalmente alla ricerca di persici e abramidi, cercando le zone in cui si trovano i pesci piccoli. Questi si trovano in preparazione o con lo scanner. Normalmente i persici tendono a risalire dal fondo del lago su piccole salite rocciose. Queste sono in realtà un buon posto per i pesci piccoli. Essi sono gli alimenti dei persici e degli abramidi. Se non ci sono pesci piccoli, sicuramente non ci sono abramidi!!! La situazione è diversa dal mare. Per trovare i pesci bisogna essere estremamente precisi. Se vi trovate a pochi metri di distanza non li vedrete.

L’agguato avviene tra la vegetazione che cresce nell’acqua. Qui si possono trovare gli abramidi che si muovono e i lucci che si nascondono e si sdraiano sul fondo del lago. Questa azione si svolge evidentemente in acque molto basse.

I due giorni di gara

Il 1° Campionato europeo di pesca in apnea in acque interne CMAS si è svolto in un luogo ideale. La partenza dal molo era vicina a tutte le case (Harjun Portin Matkailukeskus) dove alloggiavano gli atleti. Gli atleti hanno avuto a disposizione 6 ore per gareggiare in entrambi i giorni. Ciò è dovuto alle grandi dimensioni dei due campi di gara. Inoltre, ciò avviene a causa della grande distanza tra gli spot con i pesci. Sul lago vengono utilizzate principalmente gommoni, barche in alluminio e in polimero. Ci sono state difficoltà durante la preparazione e nel primo giorno, poiché alcune barche hanno urtato alcuni scogli in acque poco profonde danneggiando i motori.

Giorno 1

In una splendida giornata di sole, ma con vento freddo in mezzo al lago, il primo campo di gara era più a nord del lago Puruvesi. Questo campo di gara era anche più lontano dal molo di partenza.

Il primo giorno del 1° Campionato europeo di pesca in apnea in qacque interne CMAS non si sono registrate grandi catture. Alla fine del sabato è il sorprendente atleta turco Kilic Sabri a vincere la giornata. Porta a casa 14 pesci validi per un totale di 18904 punti. Alle sue spalle il campione locale Matti Pyykko, con 15 catture valide e 18479 punti (97,7%). Terzo di giornata è il campione spagnolo Angel Santiago Lopez, con 9 pesci validi e 15996 punti (84,6%). Eravamo con Angel sulla barca alla fine del primo giorno. “Oggi non è stata una giornata molto positiva, ma domani andrà meglio. Sarà comunquemolto dura”, ci ha detto l’atleta spagnolo.

Nella classifica femminile la prima giornata è stata vinta nettamente dall’ atleta finlandese Jemmi Levonen (Pathos). La pescatrice in apnea locale, la più esperta del team finlandese, porta alla pesa 7 pesci validi, per un totale di 6546 punti. Molto indietro è la seconda, l’ucraina Anzhela Holovianko, con un pesce valido e 2700 punti (41,2%). Terza la connazionale Svitlana Mayorova (un pesce valido, 2212 punti e 33,8%).

Sfortuna per l’atleta spagnolo Jacobo Garcia Fernandez (Cressi Team), la cui barca colpisce gli scogli il primo giorno di gara. Lo spagnolo continuerà a pescare, ma non potrà cambiare spot finché non è raggiunto da una nuova barca.

Giorno 2

“Oggi dovrebbero esserci più pesci e anche più specie”. Questo è ciò che ci dice il campione locale Matti Pyykko al molo prima della partenza.

E così è! I primi segni di una grande giornata (soleggiata, ma con meno vento e più calda di sabato), sono i tre grandi lucci catturati. Il primo del danese Øster Claus e poi del capitano ucraino Oleksandr Halaktionov. Infine, un altro viene catturato dal vincitore del titolo, Angel Santiago Lopez. Il pesce più grande sarà il luccio di quasi 10 kg di Halaktionov.

Ma è lo straordinario campione spagnolo (team Cressi) ad aggiudicarsi la seconda giornata e infine conquistare il titolo. Angel Santiago Lopez vince la seconda giornata con 21898 punti, un risultato incredibile. Alle sue spalle il finlandese Kim Jaatinen, con 18908 punti (86,4%). Terzo, sempre sul podio, il turco Kilic Sabri. Sabri è però troppo lontano dagli spagnoli(15240 punti e 69,6%) per riuscire a mantenere la prima posizione del primo giorno. Matti Pyykko è quarto con 14466 punti (66,1%).

Quindi alla fine è Angel Santiago Lopez a vincere il titolo individuale (184,6%). Secondo è Kilic Sabri (169,6%) e terzo Matti Pyykko (163,8%).

Tra le donne, è ancora una volta Jemmi Levonen a vincere la giornata, con 8692 punti. Il secondo posto è ancora una volta di Anzhela Holovianko con 4528 punti (52,1%). Terza è un’eccellente Elisabeth Fosstveit, della squadra norvegese (4176 punti- 48%), che era ottava nel primo giorno.

Jemmi Levonen è la campionessa assoluta del 1° Campionato Europeo CMAS di pesca in apnea in acque interne (200%). Seconda Anzhela Holovianko (93,3%) e terza Elisabeth Fosstveit (62,3%).

La classifica delle squadre

Naturalmente è stata definita anche la classifica delle squadre. Tra gli uomini, è la squadra di casa, la Finlandia, a vincere la competizione (425,5%). Al secondo posto una fantastica Turchia (316,5%) e al terzo una sempre forte Spagna (306,1%). La squadra spagnola è stata penalizzata dall’avere solo due atleti in classifica.

Tra le donne, la prima è la squadra finlandese è stata guidata alla vittoria dal campione Jemmi Levonen (261,2%). Dietro, il Team Ukraine (144,1% con solo due atleti). Terzo è il Team Norvegia (76,1%, anch’esso con due soli atleti).

Interviste

Angel Santiago Lopez: “Sono molto felice per questo titolo. Mi dispiace di non aver potuto fare di più per aiutare la mia squadra a salire in classifica. Non mi aspettavo di vincere. Abbiamo preparato solo per 4 giorni. Non avevo alcuna informazione sulla pesca in apnea nel lago, e in questo lago. È un risultato fantastico! Un ringraziamento speciale alla Federazione Spagnola delle attività subacquee (FEDAS). Anche a Cressi. Mi hanno aiutato a competere in questo grande evento”.

Jemmi Levonen: “Che emozione vincere qui in casa. Non ho un’esperienza specifica nei laghi. Di solito pesco in mare e vivo in un’altra parte della Finlandia. Ho sentito sicuramente la pressione di gareggiare in casa. Dopo il primo giorno mi sentivo bene, ma la pressione è aumentata. Ho visto il titolo ma avevo paura di perderlo essendo così vicina a conquistarlo Nel secondo giorno, finalmente ero più tranquilla quando ho capito che ero in linea con il primo giorno. Grazie al Federazione delle attività subaquee finlandese e a Pathos.”

Advertisement