Advertisement

Si e’ svolto a Cittanova, in Croazia, dal 18 al 20 maggio, il 5° Memoriale di pesca subacquea Erik Radin.

Il programma è iniziato venerdì 18 maggio con una formula innovativa di lezioni utili per tutti i presenti su argomenti legati alla pesca in apnea. Il programma delle conferenze è stato:

Dott. Marko Velepič: “Orecchio esterno e medio. Cosa è importante per il pescatore subacqueo?”

Dott. Mario Franolić “Pronto soccorso e trattamento della sincope ipossica”

Mario Dugonjić “L’alimentazione per il pescatore subacqueo”

Il sabato è stato il giorno di gara, con ben 68 pescatori iscritti suddivisi in 26 squadre. Il mare era calmo o leggermente ondulato, ma abbastanza torbido, e per i pescatori che non conoscono le acque locali e non sono abituati al mare torbido, ciò ha creato non poche difficoltà nella ricerca del pesce. Alla competizione hanno partecipato squadre provenienti da Italia, Slovenia e Croazia.

Il pescato di quest’anno era eccellente nonostante il fatto che le ombrine, le specie di pesci che sono le prede più comuni delle competizioni nelle acque locali, erano in fermo caccia. I principali tipi di pesce che sono stati catturati erano tordi pavone e gronghi, ma sono stati catturati anche bellissimi esemplari di spigole, orate e un dentice di ben 5 kg catturato dal pescatore locale Marino Reinic il quale, grazie a questa preda, ha vinto una coppa e una muta Epsealon sponsorizzata dalla ditta Scubatom di Lubiana, come premio per la cattura più preziosa, una categoria particolarmente apprezzata nella pesca subacquea.

Dopo la fine della gara e la pesatura del pescato hanno esultato i membri del team KSR Medulin, composto da Dejan Mickovic e da padre e figlio Branko e Nikola Ikić, con l’aiuto del barcaiolo Zeljko Popovic. Il secondo team è stato il Jebiga, con Stefano Claut, Roberto Mastromauro e Andrea Caiffa e terzi si sono posizionati i membri della KPA Rovigno 1, Daniel Karlovic, Matteo Ussich e Paolo Babic.

Dopo la pesatura si e’ tenuta la lotteria per i visitatori, in quale i premi sono stati i pesci catturati, e una lotteria per i concorrenti, nella quale il premio principale era un prezioso arbalete in legno prodotto dal Croato Neven Grubelić.

Domenica 20 maggio è stato possibile assaggiare un buonissimo brodetto fatto con del pesce pescato il giorno prima, del quale hanno goduto i concorrenti rimasti e i numerosi turisti e visitatori che soggiornavano a Cittanova.

L’intero programma di tre giorni si è svolto in un’atmosfera e organizzazione eccellenti, a cui hanno contribuito gli organizzatori del SRK Erik Radin, numerosi volontari e sponsor senza i quali questo livello di organizzazione sarebbe stato impossibile. Tra gli altri, segnaliamo il marchio di Flying Smoker di Tomo Krašovec, che ha donato carne per 150 persone.

I membri del SRK Erik Radin hanno ancora una volta dimostrato che sono in grado di organizzare eventi di massimo livello, e queste qualità sono state riconosciute anche dalle persone responsabili della Associazione Croata per la pesca sportiva, che hanno assegnato a Cittanova l’organizzazione del campionato nazionale individuale nel mese di ottobre di quest’anno.

Per alcuni, questo è stato il primo contatto con le condizioni presenti nelle acque di Cittanova e una buona esperienza per il campionato nazionale individuale.

Advertisement