Advertisement

La muta Top Sub artigianale su misura

Dopo la presentazione del 7mm Top Sub Supercaccia K12 – Merou d’Or, la abbiamo testata a 13°C. Sicuramente non è freddo come, ad esempio, il nord Europa, ma sicuramente un buon test.

test della muta Top Sub Supercaccia

Indossare e togliere la Top Sub Supercaccia

La giacca Top Sub Supercaccia K12 regala subito un feedback straordinario quando la si indossa. La superficie esterna è ricoperta da un sottile strato di poliuretano che rende il neoprene estremamente “scivoloso”. Per tale motivo il materiale piegato non si attacca tra le superfici. Quindi la fase di vestizione è straordinariamente facile, senza confronti con qualsiasi altra muta da pesca subacquea. La stessa facilità vale quando si deve togliere la muta e non è necessario in alcun modo mettere sapone sulla superficie esterna del neoprene. Infatti, non vi è alcun incollamento delle superifici di neoprene. Brava Top Sub!

Morbidezza ed elasticità

La giacca realizzata in Yamamoto 45 Pro Brown K12 liscio fuori e a cellula aperta all’interno, e i pantaloni realizzati in Yamamoto 39 Merou d’Or Brown, rendono la muta estremamente morbida ed elastica anche nella versione da 7 mm. La giacca è morbida in ogni sua parte, anche grazie all’assenza di fodera esterna ne protezioni, ad eccezione di quella sternale. Questa soluzione scende fino alla parte inferiore della giacca e funziona perfettamente per caricare l’arbalete. I pantaloni, anche se foderati esternamente, sono anch’essi particolarmente elastici, ed offorno un grande comfort. Un leggero fastidio, ma solo quando si cammina per raggiungere il mare e non in acqua, è data dalle cuciture orizzontali esattamente in corrispondenza della parte posteriore del ginocchio. Alcune aziende utilizzano una doppia linea di cucitura spostata rispetto alla parte posteriore del ginocchio per evitare tale problema.

test della muta Top Sub Supercaccia

Isolamento termico

La superficie esterna liscia del neoprene della giacca del Top Sub Supercaccia permette di avere una muta molto asciutta e calda fuori dall’acqua. Abbiamo infatti indossato la Top Sub Supercaccia sotto la doccia e siamo andati al mare con la muta già bagnata esternamente. 

In acqua l’isolamento termico è buono, con il neoprene che protegge bene dall’acqua fredda, sia per la giacca che per i pantaloni. Qualche lieve disagio dopo alcune ore in acqua è stato generato da una minima sensazione di acqua più fredda a metà altezza della schiena. Probabilmente un neoprene liscio esterno per la vita dei pantaloni aderirebbe meglio alla parte interna inferiore della giacca.

test della muta Top Sub Supercaccia

Taglio della Top Sub Supercaccia

La giacca ha un ottimo taglio, soprattutto nella zona del viso, che è quella più critica. I pantaloni sono buoni, ma tendono ad essere un po’ larghi in vita, un aspetto che potrebbe anche accentuare il problema di cui sopra di una piccola sensazione di acqua più fredda sulla schiena.

Protezioni

La giacca del Top Sub Supercaccia, come anticipato, ha protezioni foderate solo sullo sterno a scendere, rendendo la muta piuttosto delicata quando ci si muove con le braccia tra le rocce. Naturalmente, Top Sub può facilmente aggiungere le protezioni per i gomiti se richiesto dal cliente. Tuttavia, il neoprene ha dimostrato di non essere così facile da tagliare sulle rocce come ci sarebbe attesi. I pantaloni sono completamente foderati e hanno lunghe protezioni per le ginocchia in Supratex che funzionano perfettamente contro qualsiasi roccia.

Piace e Non piace della Top Sub Supercaccia

Piace

  • Facilità di vestizione e svestizione imbattibile grazie allo strato esterno in poliuretano
  • Neoprene estremamente morbido ed elastico sia per giacca che per pantaloni
  • Taglio molto buono della zona del viso

Non mi piace

  • Leggera sensazione di acqua più fredda nella parte posteriore dopo alcune ore 
  • Le cuciture dietro il ginocchio si possono sentire mentre si cammina ma non in acqua
  • Si consiglia l’inserimento di protezioni sui gomiti per l’agguato tra le rocce
Advertisement