Advertisement

La fibra di carbonio è ben presente nei prodotti Blue Green, a partire dall’arbalete Falcon Carbon, già presentato su AP con una analisi ai raggi x. Oggi analizziamo le pale Advance Carbon.

Le Blue Green Advance Carbon vanno a sfidare una moltitudine di concorrenti nel mondo delle pale in fibra di carbonio, ma lo fanno con qualità di primissimo livello. Abbiamo ricevuto e analizzato le med1, la versione più morbida delle medie.

BlueGreenAdvanceCArbonTarghetta

Per la scheda tecnica delle Blue Green Advance Carbon clicca qui.

Aspetto estetico

Ben rifinite, con superficie lucida e trama del carbonio 3K Aero 2/2 twill, la trama è piuttosto regolare e denota una buona qualità visiva. Molto piacevole la scritta blu e argento “Advance Carbon”, in tinta con i water rail, anch’essi blu. Questi sono di altezza ridotta (totale 1,6 cm) e lunghezza pari a 37 cm. Le scritte non sono verniciate, bensì utilizzano una soluzione più semplice con adesivi a base trasparente.

BlueGreenAdvanceCArbonTarghetta

Esiste una micro-porosità sulle pale analizzate, spesso presente sulle pinne in fibra di carbonio nel tentativo di ridurre al minimo il quantitativo di resina utilizzata, la quale rappresenta anche la parte pesante della pala. In questo modo si ottengono pale più leggere e, a dire di Blue Green, una maggiore reattività della pala. Si rilevano poi pochi punti di venatura sulla superficie, che però non andranno a compromettere la resistenza della pala stessa.

Buono l’accoppiamento con la scarpetta Pathos Fireblade, anche se Blue Green sottolinea come le pinne inviate in prova siano state realizzate con particolare tempestività per renderle subito disponibili ad AP, e quindi possono aver risentito in tal senso di piccole imperfezioni di accoppiamneto pala scarpetta. L’accoppiamento con la scarpetta Pathos è sempre molto efficace per un discorso di leggerezza della stessa, la quale non necessita di avere i profili laterali in gomma sulla pala per l’accoppiamento con i longheroni. Inoltre, l’incollaggio elimina i fori per le viti sotto la scarpetta, possibile punto critico, e le clip di fissaggio sui longheroni.

Stratificazione e durezze

Gli strati di carbonio 3K Aero, con standard qualitativi di tipo aeronautico, sono realizzati con profili ortogonali alla lunghezza della pala. La laminazione viene realizzata in stampi di acciaio in autoclave ad alte pressioni e temperatura controllata, quindi una delle soluzioni più avanzate esistenti per la laminazione del carbonio.

Le Blue Green Advance Carbon sono disponibili in ben 9 durezze, facilmente riconoscibili, il che aiuta molto visto che sul mercato alcuni costruttori utilizzano sigle per indicare le durezze che risultano veramente non avere alcun senso logico. Le Advance Carbon vanno, dalle pale più morbide alle più dure, dalle soft1, soft2, sfot3, per apneisti fino ai 70 kg, alle med1, med2, med3, per pesi fino a 90 kg, alle hard1, hard2 e hard3, per apneisti con peso corporeo oltre i 90 kg.  

Dimensioni e peso

Di dimensioni piuttosto standard, in linea comunque con la filosofia moderna di avere pinne con pale lunghe, le Advance Carbon misurano 64 cm in lunghezza (dalla curva sotto la scarpetta alla punta del flap) e raggiungono la larghezza massima di 18,3 cm (internamente ai water rails). 

Il peso delle pale è ridotto e pari a 180 grammi per pala, mentre con la leggera scarpetta Pathos misura 42-44, che pesa 500 grammi, il peso complessivo delle Blue Green Advance Carbon in prova è stato misurato da AP pari a 680 grammi.

Misurando con calibro Palmer le pale in tre punti della loro lunghezza, gli spessori sono stati rilevati pari a 0,55 mm in punta, 0,95 mm a metà lunghezza e 1,5 mm davanti alla punta dei piedi.  

L’angolo scarpetta pala e il classico 22°, mentre il flap è  più o meno a coda di rondine. La garanzia sulle pale è quella di legge, cioè 2 anni.

BlueGreenAdvanceCarbonFlap

Flessione

La flessione avviene lungo tutta la pala, tranne la zona subito davanti alla scarpetta, che risulta un poco più rigida. La reattività e la curva di flessione sono visibili nel video sottostante.

Advertisement