Advertisement

Velocità e prestazioni per andare sempre più in profondità, ma cosa succede se devi scendere “solo” massimo 15 metri, e se devi muoverti agilmente tra passaggi stretti o tra le rocce? In inverno il pesce è per lo più in acque poco profonde in molte coste dal clima temperate e quindi non c’è bisogno ne ha senso immergersi in profondità. Le pinne corte sono più efficaci e confortevoli negli spostamenti tra gli scogli e con mare mosso, e hanno anche in generale migliore accelerazioni (ma velocità inferiore) rispetto alle pinne lunghe (test AP). Quindi, in molte situazioni, le pinne corte sono sicuramente la scelta migliore!

Vediamo tre dei migliori prodotti sul mercato per pinne corte, per una offerta con pale in polimero, fibra di vetro e fibra di carbonio, per qualsiasi esigenza e budget.

Cressi Modular Sprint – Mares X Wing Apnea S – Bombola C4 T-34

Materiali delle pale

Dalle pale in polimero delle Cressi Modular Sprint, alla fibra di vetro preimpregnata delle Mares X-Wing Apnea S, alla fibra di carbonio di alta qualità T300 TW delle C4 Tank T-34, l’offerta di pinne corte sul mercato è completa .

Cressi, C4 e Mares con tre differetni materiali delle pale

Prezzi

I materiali compositi possono offrire prestazioni maggiori rispetto ai polimeri, anche se questi ultimi sono migliorati enormemente negli ultimi due anni, ma chiaramente i primi costano di più, sia per il prezzo delle materie prime, sia per i maggiori costi di lavorazione dove la manodopera è ancora oggi estremamente rilevante. La fascia di prezzi on-line delle pinne proposte in questo articolo va da meno di 100€ per le Cressi Modular Sprint, agli oltre 200€ necessari per la C4 Tank T-34, fino a quasi 300€ per la Mares X-Wing Apnea S.

Dimensioni e design delle pale

Lunghezza e larghezza

Le Cressi Modular Sprint sono le pinne con le pale più corte del lotto, ma anche le più larghe, per 43 cm di lunghezza misurata dalla curva della pala sotto la punta della scarpetta, e 21,5 cm di larghezza. Le C4 Tank T-34 sono decisamente più lunghe (56 cm), ma più strette (19,5 cm), lo stesso valore delle Mares X-Wing Apnea S, che però sono più lunghe di 2 cm.

Cressi, C4 e Mares dalle più corte alle più lunghe

Angoli

L’angolo tra pala e scarpetta è di 29° per le Cressi Modular Sprint, di 30° per le Mares X-Wing Apnea S e di 32°, il valore più alto costituito da 29° della pala e 3° della scarpetta 400, per le C4 Tank T-34, essendo C4 una delle prime aziende a spostarsi ad angoli maggiori rispetto a quelli del passato quando 22° era considerato il valore standard.

Profilo di 29° delle Cressi Modular Sprint 
Profilo di 32° delle C4 Tank T-34
Profilo di 30° delle Mares X-Wing Apnea S

Flap

Le Mares X-Wing Apnea S hanno un profilo accentuato a coda di rondine, mentre le C4 Tank T-34 hanno un profilo quasi rettilineo, con zone laterali in gomma appena leggermente più lunghe per proteggere la pala dagli urti. Le Cressi Modular Sprint hanno invece una soluzione bombata per il flap. Le Cressi, ma anche le C4, evitano prolungamentoi laterali del flap che sono più delicati e potrebbero determinare con maggiore probabilità urti sulle rocce.

Flap delle Mares X-Wing Apnea S
Flap con copertura speciale in gomma delle C4 Tank T-34
Flap convesso delle Cressi Modular Sprint

Water rail

Le Mares hanno dei water rail molto interessanti e raffinati, con altezza crescente in prossimità del flap, e altezza più bassa e costante lungo la pala fino alla scarpetta. Le C4 hanno water rail più semplici ad altezza costante, mentre le Cressi hanno water rail molto piccoli, evidentemente grazie alla pala corta non c’è bisogno di elementi di dimensioni importanti, stampati direttamente sulla pala, senza incollaggio, una soluzione certamente ottimale.

Profilo dei water-rail delle Mares X-Wing Apnea S 
Profilo dei water-rail delle Cressi Modular Sprint 
Water-rail delle C4 Tank T-34

Scarpette

Mares X-Wing

Una grande novità sono certamente le scarpette Mares X-Wing, con un importante investimento da parte del gruppo Head per una soluzione completamente nuova di concezione recente, con i longheroni sono corti così da non influenzare la flessione della pala. Estremamente leggera, dove la taglia 42-43 pesa solo 270 grammi, realizzata in due materiali, con la gomma grigia più dura per trasmettere la spinta dal piede alla pala, e la gomma nera più morbida per il miglior comfort ed aderenza al piede. La base della scarpetta è più rigida per evitare la deformazione causata dalla spinta della pala e dalla rotazione sull’asse longitudinale. La scarpetta Mares X-Wing è progettata per essere indossata anche senza calzari. I longheroni corti non necessitano di clip per il collegamento, mentre il sistema è tenuto in posizione dalla tradizionale doppia vite per il fissaggio della piastrina. Le taglie disponibili sono: 36-37, 38-39, 40-41, 42-43, 44-45, 46-47 da abbinare al piede scalzo, altrimenti con calzari da 3 mm bisogna salire di una taglia.

Scarpetta Mares X-Wing 
 
Longheroni corti della scarpetta Mares X-Wing 
Vista inferiore della scarpetta Mares X-Wing

C4 400

Le pinne C4 Tank T-34 sono abbinabili sia con la scarpetta 300 che con quella 400. Le C4 Tank T-34 ricevute erano equipaggiate con le scarpette C4 400. Queste sono stampate nella tradizionale termo-gomma ma, grazie ad un accurato design, sono estremamente efficienti e hanno un peso di soli 390gr (nella versione più corta). La forma anatomica “Best” le rende comode e facili da indossare. La scarpetta è preformata di 3°, che sommata ai 29° della pala porta il totale a 32°. I longheroni si estendono fino al tallone per una trasmissione ottimale dell’energia. Il collegamento tra scarpetta e pala è garantito da un’unica vite sulla piastrina. Un aspetto molto interessante è l’assenza delle clip sui longheroni laterali grazie ad uno speciale collegamento pala/scarpa con una sorta di “gancio” che si collega alla parte interna dei longheroni stessi. L’assenza delle clip sul C4 e sulle pinne Mares è molto positiva in quanto non c’è il rischio che il filo del fucile si aggrovigli al loro interno, e nemmeno il rischio di perderle! Le scarpe C4 400 sono proposte in 5 taglie: 38/39 – 40/41 – 42/43 – 44/45 – 46/47.

Scarpetta C4 400 con pala
Scarpetta C4 400 senza pala
Confronto scarpetta Mares X-Wing con C4 400
Connessione senza clip della scarpetta C4 400

Cressi Gara Modular 

La scarpetta della Cressi Modular Sprint è la nota soluzione in gomma termoplastica in due diverse mescole di rigidità differente (grigio chiaro più morbida, 65° Shore, e grigio scuro più dura, 75° Shore), con il sistema Self-Adjusting che si adatta perfettamente al piede, soprattutto nella zona del collo del piede. La nuova versione 2021 della scarpetta è progettata con longheroni laterali più sottili che influenzano meno la flessione e la reattività della pala. Il collegamento dei longheroni alla pala avviene con la tradizionale soluzione a clip, ma appositamente ridisegnata da Cressi. Le misure disponibili sono: 36/37 – 38/39 – 40/41 – 42/43 – 44/45 – 46/47.

Curva di flessione

La flessione delle Mares X-Wing Apnea S, delle C4 Tank T-34 e delle Cressi Modular Sprint è in generale abbastanza uniforme, anche se dalle immagini sotto è possibile notare alcune differenze. Le Mares tendono a flettersi bene nella parte iniziale della pala, davanti alla scarpetta, e anche lungo tutta la lunghezza fino al flap, le Cressi si piegano davanti alla scarpetta in modo leggermente più limitato e hanno anche la zona del flap più rigida, mentre le C4 sono in generale più progressive, con la zona davanti alla scarpetta che ha maggiore rigidità e il flap con più flessibilità.

Curva di flessione delle Mares X-Wing Apnea S 
Curva di flessione delle Cressi Modular Sprint
Curva di flessione delle C4 Tank T-34 

Caratteristiche sulla carta

Agilità

Più corte sono le pinne, più facile è nuotare tra le rocce durante azioni di pesca all’agguato o pesca in tana. Colpire le rocce con le pale sarà meno probabile con le pinne più corte.

Accelerazione e velocità

Le pale più corte in genere (studi AP) offrono una maggiore accelerazione, ma una velocità massima inferiore, un po’ come le marce di un motore. Quindi, la pesca in apnea in acque poco profonde tra le rocce avrà sicuramente bisogno di pale corte. In generale, l’idea è di avere pale molto corte per acque poco profonde, di media lunghezza per immersioni medie (10 – 15 metri), e più lunghe per qualche metro di profondità in più, ma con una perdita di agilità tra le rocce.

Resistenza

Materiali diversi hanno una diversa resistenza agli urti, ad esempio contro le rocce del fondo marino. Le pale in polimero hanno una grande resistenza agli urti e anche un basso costo in caso di sostituzione, il che le rende estremamente interessanti per questo tipo di utilizzo. Le pale in fibra di vetro sono meno resistenti, ma sono comunque meno fragili della fibra di carbonio. Quest’ultima, pur essendo la più resistente alla flessione (e la più leggera), ha maggiori limiti in caso di urti in quanto più fragile degli altri due materiali. C4 ha applicato un’ottima soluzione tecnica per prevenire il danneggiamento del flap delle Tank T-34, dotandole dell’innovativo bordo protettivo in gomma prodotto con sistema di stampaggio O.P.S. della C4.

Per scaricare la scheda tecnica completa delle Cressi Modular Sprint, delle Mares X Wing Apnea S e delle C4 Tank T-34 clicca qui. 

Nelle prossime settimane verranno realizzate e pubblicate le prove dei tre diversi modelli di pinne corteseguiteci!

 

 

Advertisement